Il mio addio

Tante parole… tante parole sono state dette, sussurrate… preghiere, adii o semplici pensieri… ora vibrano nell'aria… verso le stelle.. poi dire qualsiasi cosa, scrivere le parole più ricercate possibili. sarebbe inutile non basterebbero… a spigare, descrivere una sorta di stato interiore che viene rimescolato e non riesce ad esprimersi…
se ne è andato un uomo, un grande uomo… l'ho ammirato, ascoltato più volte… talvolta mi ci sono ritrovato in quei discorsi così forti e pieni di significato, altre volte no…
di solito scrivo poesie… questa volta potrei passare intere notti a pensare senza mai trovare parole che neppure si potrebbero mai lontanamente avvicinare a una figura così meravigliosa… non completamente un credente, eppure nella mia vita vorrei essere anche soltanto la metà di qeullo che era lui….
in questo momento lascio aprlare il cuore, lui sì che riesce a dire qualcosa di sensato… forse non trasparirà in queste poche e insignificanti righe… spero cmq che arrivino là… alla stella più luminosa tra le stelle, che ora ci guarda e protegge…
non so neanche io perchè sto scrivendo.. forse do sfogo a qualcosa che non faccio vedere perchè forse un po' me ne vergogno.. a dire quasi… no, io non sono così…
in questo momento vorrei potergli dire che mi ha insegnato qualcosa e che cercherò di seguire quello che mi ha insegnato…
penso ke lui capisca ke non è da me scrivere certe cose cmq lo dico lo stesso:
il mio cuore piange, urla nel silenzio che si è creato… il silenzio, l'unica cosa giusta in questo momento, spazio libero per i pensieri… li lascio andare spero ti arrivino e mi aiutino a cambiare fino in fondo…
addio, Giovanni Paolo…
addio

Il mio addioultima modifica: 2005-04-03T21:40:28+02:00da poeta_silente
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il mio addio

Lascia un commento